SUPERIORE

Abitare con arte

Abitare con arte

Se suonate al numero 45 di Via Maria Vittoria, a Torino, verrete sicuramente accolti da un sorriso ospitale e probabilmente dallo scondinzolare di Lucy, oppure dalla Tigre Boccadoro (che vi mostra i denti ma non morde).

Lucy è il jack russell curioso che vi inseguirà ascoltandovi, Boccadoro un’opera del duo artistico bn+BRINANOVARA ed il sorriso è quello della proprietaria Karin che ha trasformato un bellissimo appartamento d’epoca in una galleria d’arte.

Karin, di origini boeme, con radici un po’ tedesche un po’ italiane, cresce dall’età di 6 anni nella piemontesissima Rivarolo dove sposa un piemontesissimo marito con cui ha 3 figlie ed uno studio nell’ambito dell’ecosostenibilità e della progettazione del territorio (lei è architetto).

Dopo 20 anni di attività, si dedica a tempo pieno alla sua passione, l’arte, in forma non solo individuale (collezionismo), ma anche collettiva e di partecipazione .

Infatti fonda un’associazione di promozione artistica nella casa di Rivarolo che diventa museo, residenza per artisti e circolo culturale, con diverse iniziative tra cui il premio internazionale Art Price CMB (Torino, Milano, Madrid, Praga, Londra) .

Nel suo vortice inesauribile di passione ed idee decide di aprire con la figlia maggiore Elisabetta la galleria CRAG a Torino (in Via Giolitti 51/A) e di vivere lì a due passi, circondata dall’arte .

Mentre può sembrare una moda quella delle home gallery, per lei è’ necessità e sviluppo naturale del suo percorso: l’arte infatti la vive e la condivide da sempre .

Una scelta di apertura e di incontro perché questo bellissimo appartamento con soffitti alti, affrescati, le porte antiche a due battenti con fregi ed il camino in marmo è uno spazio aulico ma molto accogliente perché Karin ha creato un’atmosfera piacevole e rilassante e ti fa sentire come a casa tua.

Può capitare che ti accolga mentre incornicia le tele, oppure che ti apra la porta mentre è in compagnia di un artista che ti racconta la sua vita, la puoi trovare mentre rovista nel suo guardaroba che invece di vestiti contiene tele,  oppure intenta a sistemare le nuove piante regalate da un’amica e che avvolgono la mostra del momento .

Una casa che cambia insieme alle esposizioni che ospita e in cui le opere superano di gran lunga mobili e pareti. Uno spazio sempre in movimento, come il mondo di Alice che capovolge prospettive e cambia aspetto, capace di mostrarsi in tutte le sue facce e atmosfere e sempre pronto ad accogliere i racconti della proprietaria che, donna di grande cultura, ama rendere i propri ospiti partecipi del suo meraviglioso mondo .

Quando riaprirà (mentre sto scrivendo c’è un parziale lockdown e musei e gallerie sono chiusi) vale la pena una visita per immergersi in quel mondo anche solo per lasciarsi distrarre e farsi piacevolmente accogliere.

Ph. credits Barbara Corsico.
Nelle foto opere di: bn+BRINANOVARA, Alessandro Cardinale, Giacomo Modolo, Luca Freschi, Yoon Il Kwon, Oscar Rojas Contreras.

Barbara Corsico, torinese, architetto, lavora come fotografa free lance soprattutto tra Torino, Milano e Dublino, ma le capita spesso di viaggiare per incarichi di lavoro dall'Australia agli States. Il suo lavoro è incentrato sulla fotografa di architettura ed interni, ma si occupa anche di fotografie di viaggio, aeree e di ritratti.

Posta un commento

Iscriviti alla newsletterRimaniamo in contatto!

Ricevi direttamente sulla tua casella e-mail nuovi articoli, contenuti esclusivi e promozioni riservate agli abbonati!

Mi interessa